ipocondria | Musei

Museo della Farmacia di Cracovia, il paradiso di ogni ipocondriaco

May 19, 2017
Museo della Farmacia Copertina

Quale museo potrebbe risolvere tutte le preoccupazioni di un ipocondriaco? Un museo che sembra una farmacia, naturalmente! E’ probabile che le rassicurazioni di chi vi sta attorno non aiutino ad alleviare i presunti sintomi che vi attanagliano. Quindi meglio cambiare strategia e immaginare di dovervi curare con le medicine in voga nel medioevo. Un lieve formicolio non vi farà più paura dopo aver visto gli strumenti di laboratorio utilizzati all’epoca. Anzi, tutto d’un tratto vi sentirete benissimo! Non resta che preparare una valigia adeguata al clima della Polonia e partite alla volta del Museo della Farmacia dell’Università Jaghellonica di Cracovia.

Disagio ipocondria

 

Cosa c’è al Museo della Farmacia di Cracovia

Il Museo della Farmacia offre ai visitatori un’esposizione permanente relativa alla storia della farmacopea dal medioevo all’epoca contemporanea. Troverete distribuiti sui cinque piani dell’edificio una collezione di oltre 22.000 pezzi, con particolari strumenti di laboratorio, rari utensili farmaceutici e libri di medicina. Tra oggetti curiosi e centinaia di barattoli in vetro o ceramica, sbucano anche coccodrilli e pipistrelli impagliati che penzolano dalle pareti.

Museo Farmacia di Cracovia 1
Nel museo sono ricreati con cura anche gli interni di una farmacia del XVIII secolo. Personalmente ho trovato veramente sorprendente l’ultimo piano, dove c’è una sala ricoperta di erbe medicinali essiccate il cui profumo calmerà anche gli individui più agitati.

 

Un po’ di storia

Il Museo della Farmacia di Cracovia è stato fondato nel 1946 dal dottor Stanislaw Pron, direttore del museo fino al 1964. Per 30 anni ha fatto parte dell’Accademia di Medicina di Cracovia. Attualmente considerato uno dei pochi musei di questo tipo esistenti al mondo, dal 1993 è passato ad essere un istituto scientifico-didattico della Facoltà di Farmacia dell’Università Jaghellonica.

Museo Farmacia di Cracovia - Interno

Il museo si trova in una bella una palazzina storica la cui parte più antica risale al XV secolo. Sono di valore storico anche i soffitti in stile rinascimentale e barocco. Uno è tappezzato con una rarissima carta da parati risalente al primo Settecento.

 

Le sale del Museo della Farmacia di Cracovia

La visita inizia dal vestibolo arredato in stile eclettico con i mobili di una delle più antiche farmacie di Cracovia. Segue la sala in cui sono esposti due mortai rinascimentali di bronzo e altri utensili da farmacia. Immancabili come arredo gli animali esotici disseccati: un coccodrillo, un armadillo, pesci, la corazza di una tartaruga, ecc., che ricordano un po’ le Wunderkammer.

Museo Farmacia di Cracovia - Prima sala

Nella Cantina sono custodite le botti per il vino medicinale utilizzato dai farmacisti per impastare medicamenti secchi. Il vino veniva impiegato anche per lavare e cuocere le piante officinali.

La credenza racchiude una collezione di contenitori per acque minerali, naturali e artificiali molto diffusi nell’800. Mentre la nicchia del sottoscala espone un armadietto per i veleni. Il disegno con lo scheletro umano illustra bene le conseguenze mortali dell’ingestione di arsenico.

Museo Farmacia di Cracovia - Botti di vino

Salendo al secondo piano, vedrete l’arredo di una farmacia con mobili in stile impero con mensole adornate da vasi di porcellana. Sotto la finestra è posizionata una bilancia del XIX secolo che serviva a pesare i pazienti da seduti. Accanto si trova un catino turco utilizzato per aromatizzare gli ambienti con l’incenso.

Di particolare pregio è anche la collezione di vasi in maiolica (XVI – XIX secolo) donata al museo dal farmacista polacco Bronislaw Grabowski, nel 1976.

Museo Farmacia di Cracovia - Vasi maiolica

Nel caso voleste farvi prescrivere qualcosa, vi ritroverete tra le mani delle interessanti ricette legate alle boccette di medicinale. Il museo possiede anche una biblioteca, dove sono custoditi antichi erbari, libri legati alla storia della farmacopea e ricordi di farmacisti e farmaceuti.

Salendo in soffitta, verrete avvolti dal profumo di fiori ed erbe, proprio come se entraste in uno studio di aromaterapia. Sulle travi sono infatti poste varie piante essiccate che, oltre ad avvolgere la stanza del loro profumo, donano un tocco esotico al museo.

Museo Farmacia di Cracovia - soffitta

Curiosità e suggerimenti

Fate attenzione agli orari perchè il museo resta aperto solo per metà giornata.

Se dite all’arzillo custode che siete italiani, potrebbe prodigarsi nel farvi scoprire gli oggetti più particolari del museo, spiegandovi con anche la loro funzione.

Finita la visita potete andare verso Piazza del Mercato e fare un giro nel Fondaco dei Tessuti (Sukiennice) a caccia di souvenir. Piazza del Mercato è stata progettata nel 1257 ed è rimasta pressoché immutata negli anni. Oggi è considerata la più grande piazza medievale d’Europa.

Fondaco dei Tessuti di Cracovia - Sukiennice

L’edificio al centro della piazza, il Fondaco dei Tessuti, è stato invece costruito nel XIV secolo per favorire il commercio dei tessuti. Dopo un incendio a metà del 1500 fu ricostruito in stile rinascimentale. Se volete saperne di più potete anche visitare il museo che si trova nei sotterranei della piazza. Grazie ad una mostra interattiva e un vasto insieme di reperti storici scoprirete com’era la vita nella Cracovia medievale.

 

Dove si Trova

Il Museo della Farmacia di Cracovia ha sede in una palazzina d’epoca in ul. Floriańska 25, la via regia che conduce fino alla Piazza del Mercato. Quindi è praticamente in centro, nella zona pedonale.

 

Per saperne di più: Muzeum Farmacji Collegium Medicum

Summary
Museo della Farmacia di Cracovia, il paradiso di ogni ipocondriaco
Article Name
Museo della Farmacia di Cracovia, il paradiso di ogni ipocondriaco
Description
Quale museo potrebbe risolvere tutte le preoccupazioni di un ipocondriaco? Il Museo della Farmacia dell’Università Jaghellonica di Cracovia, naturalmente!
Author
Publisher Name
Musealmente

Leave a Reply