Musei | noia

Centro Belga del Fumetto. Più che un museo, un fumetto!

July 28, 2017

Quando penso al Belgio mi viene in mente un film girato a Bruges. Nel film c’è un imbronciato Colin Farrel che è costretto a nascondersi nella tranquilla città di Bruges dopo un colpo andato a male. Il protagonista vaga come un’anima in pena per i canali della fiabesca cittadina e si annoia tanto da battibeccare perfino con i turisti. Se vi identificate nell’annoiatissimo Colin Farrel (e fatalità siete pure in Belgio) serve una visita d’urgenza al Centro Belga del Fumetto a Bruxelles.

Ammettiamolo: non tutti i musei sono la meta ideale per scrollarsi la noia di dosso. Alcuni però sono più divertenti di altri… e il Centre Belge de la Bande Dessinée è uno di questi! Non vi resta che partire all’avventura come un novello Tintin, in compagnia dell’inseparabile cagnolino Milou.

Centro Belga del Fumetto atrio

Dentro il regno del fumetto

Curioso e appassionante, al Centro Belga del Fumetto si ha l’impressione di accedere nell’universo della creatività. Familiarmente chiamato cébébédé (CBBD), il museo è divenuto una delle attrazioni turistiche più visitate del Paese. Sarà impossibile annoiarsi in questo regno del fumetto.

Centro Belga del Fumetto Porco Rosso
Io e il personaggio di Miyazaki Porco Rosso vestiti uguali!

Il CBBD rappresenta una delle istituzioni belghe più importanti per la conservazione e promozione dell’arte del fumettoE’ orgoglioso della propria vocazione internazionale e di essere considerato ambasciatore culturale per la capacità di mettere in contatto fumettisti e grande pubblico.

Realizzato nel 1905 da Victor Horta per conto di un grossista di tessuti, dopo un lungo restauro dei grandi magazzini di tessuti Waucquez, il museo ha aperto le porte al pubblico nel 1989.

Balaustre in ferro battuto e motivi vegetali impreziosiscono le sale cui si accede attraverso un monumentale scalone in stile liberty. All’entrata si nota subito lo stupendo lampadario centrale e il razzo in legno dipinto di rosso e bianco. Nei 4.000 m² di superficie dello splendido edificio Art Noveau, sono esposti tutti gli stili del fumetto europeo, dalle sue origini fino ai giorni nostri.

Il fumetto è riconosciuto come filo conduttore della cultura belga. E lo sposalizio con l’Art Nouveau è certamente un’unione felice, perché le due arti sono nate nello stesso periodo storico.

Centro Belga del Fumetto scale

Questo tempio del fumetto ospita sia una collezione permanente sia esposizioni temporanee che ne animano un po’ la museografia cristallizzata nel tempo.

Le cinque esposizioni permanenti sono dedicate alla storia del palazzo di Victor Horta, al processo di creazione e produzione di un fumetto, alla celebrazione dei lavori dei principali autori Hergé, Morris, Peyo, Franquin.

Centro Belga del Fumetto

Curiosità e suggerimenti

Al pianterreno trovate un negozio e una sala di lettura che conta più di 3.000 fumetti disponibili in circa 36 lingue. (E’ accessibile con 0,50 €, senza l’obbligo di visitare il museo).

Incredibile anche la biblioteca (“bédéthèque”, per gli amici). Dispone di circa 70.000 volumi in una quindicina di lingue. Potete entrare se avete più di 16 anni e acquistando un biglietto di 1,50 €.

Centro Belga del Fumetto biblioteca

Fate attenzione se viaggiate con grossi zaini perché il museo non dispone di un deposito bagagli o un guardaroba.

Come raggiungere il Centro Belga del Fumetto

Il Centro Belga del Fumetto è situato in Rue des Sables 20, Bruxelles. Si può raggiungere in metro dalla Gare Centrale o in autobus (29, 63, 71).

 

Per saperne di più: Centre Belge de la Bande Dessinée

 

Summary
Article Name
Centro Belga del Fumetto. Più che un museo, un fumetto!
Description
Al Centro Belga del Fumetto si ha l’impressione di accedere nel magnifico universo della creatività. Impossibile annoiarsi in questo regno del fumetto.
Author
Publisher Name
Musealmente

Leave a Reply